PLANT CYTOBIOLOGY

Teaching in italian
CITOBIOLOGIA VEGETALE
Teaching
PLANT CYTOBIOLOGY
Subject area
BIO/03
Reference degree course
EXPERIMENTAL AND APPLIED BIOLOGY
Course type
Master's Degree
Credits
9.0
Teaching hours
Frontal Hours: 74.0
Academic year
2023/2024
Year taught
2023/2024
Course year
1
Language
ITALIAN
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Reference professor for teaching
DE CAROLI MONICA
Location
Lecce

Teaching description

Conoscenza delle nozioni di base sulla cellula vegetale.

Nel corso di insegnamento vengono approfondite le conoscenze sugli aspetti morfologici e funzionali di plastidi, parete e vacuolo con approfondimenti sui  metaboliti secondari e loro applicazioni. Vengono caratterizzati i domini  funzionali del reticolo endoplasmico e le caratteristiche specifiche  dell’ apparato di Golgi nelle cellule vegetali con approfondimenti su glicosiltrasferasi, biosintesi dei polisaccaridi strutturali e  loro  applicazione biotecnologica in ambito agro-industriale e biomedico. Viene evidenziata la specificità della secrezione convenzionale e non convenzionale nelle cellule vegetali. Vengono inoltre sviluppati approfondimenti sulle applicazioni della trasformazione delle piante per applicazioni biotecnologiche e sulla resistenza delle piante a stress biotici e abiotici.

Il corso fornisce agli studenti approfondite e specifiche nozioni sulle peculiarità delle cellule vegetali esaltando il potenziale dell’uso delle piante come fattorie molecolari.

Obiettivi specifici:

Conoscenze e comprensione dell’organizzazione della cellula vegetale con particolare riferimento all’utilizzo delle piante per applicazioni biotecnologiche.

Capacità di applicare conoscenze e comprensione acquisite nel corso nel prosieguo degli studi dello studente, nello svolgimento dell’elaborato di tesi e in tutte le tappe successive della sua formazione che prevedano lo sviluppo di problematiche che coinvolgono le cellule vegetali e le piante in tutti i loro utilizzi e applicazioni.

Autonomia  di giudizio nella valutazione dell’uso e delle applicazione nelle moderne biotecnologie vegetali.

Abilità comunicative nella divulgazione delle problematiche affrontate nel corso con proprietà di linguaggio e utilizzando la terminologia scientifica adeguata.

Capacità di apprendimento stimolata durante il corso che  prevede una didattica  interattiva, favorendo lo sviluppo critico per affrontare gli argomenti trattati.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale. Sono previsti 8 CFU (64 ore) di lezioni frontali e 1 CFU di Esercitazioni (10 ore). La frequenza delle lezioni è altamente consigliata. Il docente fornisce schemi, immagini e slides sugli argomenti trattati. Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL. Le presentazioni utilizzate a lezione sono disponibili e scaricabili sul portale e-learning UniSalento

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le conoscenze acquisite (20%), dell'autonomia di giudizio (20%) e delle abilità comunicative (10%).

La via di secrezione: membrana nucleare; reticolo endoplasmico; apparato di Golgi; proteine di riserva; controllo di qualità e modifiche delle proteine di riserva; eventi di glicosilazione; smistamento delle proteine; trasporto vescicolare. Il vacuolo: tonoplasto; succo vacuolare; vacuolo come organello versatile e multifunzionale; targeting delle proteine vacuolari; vacuoli di riserva e vacuoli litici; focus su metaboliti secondari. La parete cellulare: polisaccaridi strutturali: struttura; biosintesi; degradazione; cross-links, modifiche dovute a processi fisiologici e stress biotici ed abiotici. La parete come fonte di materiali: fibre tessili, legno e carta. Biosintesi dei polisaccaridi strutturali e  loro  applicazione biotecnologica in ambito agro-industriale e biomedico.  I plastidi: cloroplasti, amiloplasti; cromoplasti; targeting delle proteine plastidiali, fotosistemi, membrane dei tilacoidi.  Le piante come Fattorie molecolari: costruzione di proteine fluorescenti avvalendosi anche di applicazioni bioinformatiche; trasformazione transiente e stabile di cellule e tessuti vegetali; microscopia confocale, applicazioni in cellule vegetali.

- Pasqua, Biologia cellulare e Biotecnologie Vegetali – Piccin Editore

- Pasqua, Forni, Biologia cellulare e Molecolare delle Piante – Piccin Editore

- Power point caricati sul portale e-learning UniSalento

Semester
Second Semester (dal 04/03/2024 al 07/06/2024)

Exam type
Compulsory

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)