HISTORY OF BYZANTINE ART

Teaching in italian
STORIA DELL'ARTE BIZANTINA
Teaching
HISTORY OF BYZANTINE ART
Subject area
L-ART/01
Reference degree course
HISTORY OF ART
Course type
Master's Degree
Credits
6.0
Teaching hours
Frontal Hours: 42.0
Academic year
2022/2023
Year taught
Course year
2
Language
ITALIAN
Curriculum
PERCORSO COMUNE

Teaching description

Teaching program is provisional and may be subject to changes

Lo studente dovrà dimostrare buone conoscenze della storia dell’arte medievale e delle dinamiche storiche mediterranee (dal IV al Trecento); padronanza degli strumenti di analisi (iconografica e formale) delle opere d’arte; capacità di comprendere e utilizzare adeguatamente la terminologia storico-artistica.

Il corso intende tracciare i principali lineamenti della storia dell’arte bizantina dalla fondazione di Costantinopoli fino all’avvento dei Paleologi. Saranno considerati i più importanti monumenti e le opere maggiormente significative della capitale e delle province; particolare attenzione sarà dedicata a problemi di metodo, di periodizzazione e di contestualizzazione culturale delle opere.

Il corso si compone di due parti: la prima comprende i lineamenti generali della storia dell’arte bizantina (Modulo 1: 36 ore); la seconda parte, dal titolo Reliquie a Bisanzio tra accumulazione, depredazione e dispersione (Modulo 2: 6 ore) approfondisce temi legati al culto delle reliquie, al loro ruolo politico e alla produzione di reliquiari nella cultura bizantina.

Lo studente, al termine del corso, dovrà acquisire una conoscenza di base dello sviluppo dell’arte bizantina e sviluppare la capacità di comprendere pienamente i problemi di periodizzazione e delle più importanti questioni storiografiche; dovrà altresì conoscere le opere più rappresentative ed essere in grado di riconoscerle, contestualizzarle e analizzarle con un’adeguata padronanza di linguaggio.

Il corso si svolgerà con lezioni frontali durante le quali saranno proiettate presentazioni powerpoint. Si prevede l’organizzazione di almeno due lezioni seminariali tenute da docenti esterni.

Esame orale. I criteri di valutazione dell’esame orale sono riportati nella tabella sotto.

Date degli appelli:

•          17 gennaio 2023, ore 8:30 (appello ordinario)

•          7 febbraio 2023, ore 8:30 (appello ordinario)

•          28 febbraio 2023, ore 8:30 (appello ordinario)

•          4 aprile 2023, ore 8:30 (appello ordinario con sospensione dell’attività didattica)

•          15 maggio 2023, ore 8:30 (appello straordinario* senza sospensione dell’attività didattica)

•          13 giugno 2023, ore 8:30 (appello ordinario)

•          4 luglio 2022, ore 8:30 (appello ordinario)

•          18 luglio 2022, ore 8:30 (appello ordinario)

•          12 settembre 2023, ore 8:30 (appello ordinario)

•          24 ottobre 2023, ore 8:30 (appello straordinario* senza sospensione dell’attività didattica).

 

* Riservato a laureandi, studenti fuori corso e studenti iscritti in corso all’ultimo anno dei corsi di laurea e di laurea magistrale che hanno terminato le lezioni del secondo semestre.

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Gli studenti sono inviatati a controllare di volta in volta la data effettiva del singolo appello, la cui apertura sul sistema VOL avverrà sempre a ridosso dell’appello (10-14 giorni prima).

Le PPTs delle lezioni saranno messe a disposizione degli studenti frequentanti sulla piattaforma https://formazioneonline.unisalento.it.

La frequenza è molto caldamente consigliata.

Il Docente riceve su appuntamento concordato via email scrivendo all’indirizzo manuela.degiorgi@unisalento.it.

Nella sezione MATERIALE DIDATTICO è disponibile il syllabus dell'insegnamento in lingua inglese.

Il programma didattico del corso svilupperà i seguenti nuclei tematici:

• Costantinopoli: la fondazione di una nuova capitale e la genesi dell’arte bizantina;

• Giustiniano e il ‘secolo d’oro’;

• Santa Sofia e il monastero di Santa Caterina;

• ‘immagine’ vs ‘eikón’;

• l’Iconoclastia;

• la rinascenza macedone: architettura, pittura monumentale e su tavola, miniatura, arti minori;

• l’età dei Comneni e i rapporti con l’Occidente;

• Costantinopoli latina;

• le periferie dell’Impero d’Oriente: Cappadocia, Italia meridionale, i Balcani;

• l’avvento dei Paleologi e declino di un Impero;

• le reliquie a Bisanzio tra storia, arte e culto.

I. Frequentanti:

Modulo 1

- N. Asutay-Effenberger – A. Effenberger, Bisanzio. L’Impero dell’arte, Torino: Einaudi, 2019, pp. 30-337.

Modulo 2

- The Cult of Relics in Byzantium and Beyond, eds. C. Hahn – H.A. Klein, Washington: Dumbarton Oaks Research Library and Collection, 2015, parti scelte (il PDF delle parti selezionate sarà reso disponibile sulla pagina-web dell’insegnamento nella sezione MATERIALE DIDATTICO).

__________________________________________________

II. Non frequentanti:

Gli studenti non frequentanti, alla bibliografia sopra indicata, DOVRANNO aggiungere la lettura la lettura a scelta di due tra i seguenti saggi:

- M. De Giorgi, «Interazioni del sacro. Forme e modelli di culto nella pittura bizantina di Puglia», in Convivium. Exchanges and interactions, V,1 (2018) pp. 112-125;

- M. De Giorgi, «La decorazione pittorica di San Simeone in Famosa a Massafra (TA) alla luce di recenti acquisizioni», in Dalle chiese in grotta alle aree della civiltà rupestre, Atti dell’VIII Convegno Internazionale sulla civiltà rupestre (Masseria San Domenico, Savelletri di Fasano, Brindisi, 29 novembre – 1 dicembre 2018), a cura di E. Menestò, Spoleto: CISAM, 2019 (Atti dei Convegni della Fondazione San Domenico, 8), pp. 207-236;

- M. De Giorgi, «Diagnostica di ipogei: il caso di studio di Mottola (TA)», in L’integrazione dei dati archeologici digitali - Esperienze e prospettive in Italia, Proceedings del Workshop L’integrazione dei dati archeologici digitali – Esperienze e prospettive in Italia (Lecce, Italia, 1-2 ottobre, 2015), a cura di P. Ronzino, 2016 (urn:nbn:de:0074-1656-8), pp. 141-159;

- M. Falla Castelfranchi, «La chiesa detta di Santa Marina: architettura e decorazione pittorica», in Muro Leccese. Chiesa di Santa Marina: il più antico ciclo nicolaiano del mondo bizantino, a cura di M. Falla Castelfranchi – S. Ortese,

Galatina: Congedo editore, 2018 (De là da mar, 5), pp. 1-38;

- M. Falla Castelfranchi, «Sul programma “monastico” dell'abbazia italogreca di S. Maria a Cerrate (Lecce), con particolare riferimento al ritratto di S. Davide di Tessalonica», in Nea Rhome, XVI (2019) pp. 131-140.

Gli studenti non frequentanti potranno richiedere i PDF dei saggi cui sono interessati direttamente alla docente, inviando una richiesta email a: manuela.degiorgi@unisalento.it

Semester

Exam type
Optional

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)