Participatory processes and cooperative environments

Teaching in italian
Processi partecipativi e ambienti cooperativi
Teaching
Participatory processes and cooperative environments
Subject area
M-PED/03
Reference degree course
SOCIOLOGY AND SOCIAL RESEARCH
Course type
Master's Degree
Credits
6.0
Teaching hours
Frontal Hours: 36.0
Academic year
2022/2023
Year taught
Course year
2
Language
ITALIAN
Curriculum
Sviluppo territoriale e innovazione sociale

Teaching description

Teaching program is provisional and may be subject to changes

Nessuno

L’innovazione sociale e lo sviluppo dei territori sono state caratterizzate, in modo particolare nell’ultimo decennio, da forme sempre più raffinate e strutturate di metodologie partecipative e cooperative. La trasformazione dei contesti vitali – di cittadinanza, di economie fondamentali e civili, di gestione ed erogazione dei servizi alle persone – e di coscientizzazione dei cittadini, è stata spesso generata dall’attuazione delle dinamiche bottom-up, con un’enfasi sui processi deliberativi su base comunitaria.  

I territori - intrecciati nelle interdipendenze sociali, culturali, economiche e politiche - sono divenuti luoghi dell’educativo sociale, nei quali sta prendendo forma un’ancora embrionale espressione di “pedagogia”. Sennet ne sottolinea lo scenario: la circolarità mercantilistica dalla citè alla ville, e viceversa, può essere interrotto da una prospettiva di trasformazione dell’abitare i luoghi. Il territorio, nelle sue nuove prossimità, è contesto non-formale/informale di apprendimento in grado di sostenere la transizione e l’affermazione di economie fondamentali e sociali “per” il ben-stare nell’ecosistema. Può altresì esprimere forme di coinvolgimento e partecipazione dei cittadini e dei loro rappresentanti in grado di co-costruire forme innovative di capitale sociale, di coesione, di co-appartenenza che divengono apertura alle culture altre, ri-disegnando servizi e opportunità, attraverso decisioni migliori e condivise.

Le metodologie  didattiche dei processi partecipativi divengono leve con le quali co-costruire l’attivazione dei processi trasformativi, della sostenibilità e dello sviluppo secondo la visione del capability approach.

 

Saranno esplorate le seguenti aree di contenuto:

- Alcuni autori e direzioni storiche dei processi partecipativi;

- Il territorio come “luogo”: la prospettiva di citè-ville in Richard Sennet;

- Il sistema del capability approach, l’attivazione sociale (agency) nella prospettiva della trasformazione;

- Alcuni autori dello sviluppo partecipato e di comunità;

- Le seguenti metodologie di attivazione dei processi partecipati e della ricerca partecipata;

  - Crowdsourcing;

  ** Coinvolgimento pubblico on-line

  ** Budget partecipativo

  • Analisi di contesto partecipata

** Il Teatro Forum

** Il Tetro Deliberativo

** Il Teatro Legislativo

** Il Parlamento comunitario

  • Attivazione (pianificare il futuro)

  ** Open Space Technology

  ** World café

  ** Appreciative Inquiry

  ** Design Thinking

  ** Video-ricerca partecipata

  ** PAR

- L’attivazione della cooperazione di comunità;

Conoscenze e comprensione.

1. riconoscere fasi e motivazioni dello sviluppo storico dei processi partecipativi;   

2. riconoscere gli elementi del territorio come “luogo” e contesto di apprendimento;

3. riconoscere gli elementi fondativi dei processi partecipativi;

4. riconoscere le finalità delle diverse forme e modelli partecipativi e loro applicazioni;

5. riconoscere gli elementi costitutivi dell’agency sociale e territoriale;

           

Capacità di applicare conoscenze e comprensione.

  1. Analizzare i problemi di subalternità nei contesti non-formali e informali;   
  2. Analizzare gli aspetti coinvolti nell’organizzazione dei processi partecipativi;
  3. Analizzare il potenziale e la funzione educativa e sociale dei processi partecipativi e cooperativi;
  4. Analizzare alcuni casi presenti nei contesti territoriali di attivazione e di cooperazione di comunità;
  5. Progettare alcuni eventi partecipativi secondo differenti finalità;
  6.  Progettare alcune forme di ricerca partecipata;
  7. Qualificare e contestualizzare il profilo professionale in uscita attraverso la declinazione dell’attivazione (agency).
  8. Organizzare opportunità partecipative basate sulle prospettive del welfare di prossimità, e degli ecosistemi formativi;
  9. Individuare e scegliere tra modelli di progettazione della partecipazione (in prospettiva trasformativa);
  10. Interpretare le problematiche, gestire i modelli e le tecniche della partecipazione e della cooperazione;

 

Autonomia di giudizio.

1. Raccogliere e interpretare i dati (normalmente nel proprio campo di studio) in grado di determinare giudizi autonomi, riflessione su temi sociali, scientifici;

2. Integrare le conoscenze anche da discipline diverse;

3. Gestire la complessità delle conoscenze pervenendo a un proprio quadro epistemologico;

4. Formulare giudizi anche con dati incompleti per direzionare le scelte;

5. Riconoscere il sistema del capability approach nelle sue dimensioni partecipative;

6. Riconoscere gli elementi educativo-pedagogici impliciti nell’attivazione dei processi partecipativi e della cooperazione di comunità;

 

Abilità comunicative.

  1. Saper comunicare con i pari durante le attività accademiche e nei contesti informali;
  2. Saper comunicare con la comunità degli studiosi nelle materie proprie;
  3. Saper comunicare nei luoghi più ampi della società, compresi i social network, il corpo di conoscenze relativa alle proprie materie;

 

Capacità di apprendimento.

  1. Aver sviluppato le competenze necessarie per realizzare prodotti di realtà da presentare all’esame;
  2. Applicare metodo di studio in forme ampiamente auto-gestito o autonomo, utilizzando ogni organizzatore utile a raggiungere positivamente l’esito.

Le lezioni assumono i principi teorico-metodologici del laboratorio. I contenuti saranno affrontati attraverso:

 

-    Studio di caso;

-    Apprendimento attraverso i problemi;

-    Apprendimento attraverso i progetti;

-    Apprendimento cooperativo

 

È previsto l’uso di piattaforma digitale per la condivisione di lavori e di gruppi lavoro

 

È previsto il ciclo di “Lezioni Aperte di prossimità” con alcuni testimoni ed esperienze di attivazione partecipata e di cooperazione di comunità.

Viene proposto un ventaglio di differenti modalità e studentesse e studenti potranno scegliere una tra le forme ritenute più consone a dimostrare le conoscenze/competenze acquisite:

 

-    colloquio orale sui testi e argomenti del corso;

-    organizzazione di un progetto di partecipazione attiva, accompagnato da una relazione esplicativa teorico-metodologica;

-    analisi di un caso di studio di attivazione di processi partecipativi o di cooperazione di comunità, accompagnato da una relazione esplicativa teorico-metodologica;

 

(Durante il corso saranno forniti i draft di esempio per progetto e analisi di caso).

Secondo Esse3

Conoscenze   

    • L’evoluzione e l’affermazione dei processi partecipativi in Europa;
    • Le dimensioni pedagogiche implicite/esplicite nei processi partecipativi nei territori/organizzazioni;
    • Alcune diverse prospettive pedagogiche dei processi partecipativi: la pedagogia critica, il capability approach (Freire; Sennet; Laporta; Olivetti);
    • Esplorazione dei processi partecipativi: attivazione, inclusione, empowerment, agency, capacità, budget educativi e ambientali;
    • Le metodologie di Crowdsourcing;
    • Le metodologie del TdO (Il Teatro Forum, Deliberativo, Legislativo)
    • Le metodologie di Attivazione (Open Space Technology, World café; Appreciative Inquiry; Design Thinking)
    • Le metodologie di ricerca partecipata: Video-ricerca, Partecipatory Action Research)

 

COMPETENZE TRASVERSALI

Le competenze trasversali sulle quali si concentrerà l’attenzione con specifico monitoraggio, sono:  

 

•  Lavoro in team;   

•  Senso di iniziativa;

  • Soluzione di problemi

Testi base che saranno utilizzati nel corso:

 

  1. P. Ellerani (2022), I metodi espansivi per lo sviluppo della partecipazione e delle capacità; e-book per studenti del corso (sarà fornito dal docente)
  2. L. Squillaci, A. Volterrani (2021). Lo sviluppo sociale delle comunità

 

Un testo a scelta dello studente:

 

  • Agustoni, M. Maretti (2008) Le metodologie partecipative per lo sviluppo del territorio, Carocci Editore
  • E. Battaglini, (2014). Sviluppo territoriale. Dal disegno della ricerca alla valutazione dei risultati
  • Boal, A. (2008). Dal desiderio alla legge. Manuale del teatro di cittadinanza, La Meridiana.
  • P. Ellerani (2021). Capability Ecosystem. Dal co-working all’ecosistema capacitante. Armando.
  • E. Ripamonti (2018). Collaborare. Metodi partecipativi per il sociale, Carocci Editore
  • C. Tidore (2008). Processi partecipativi nel governo del territorio. Metodi per conoscere e decidere. Franco Angeli

 

Durante il corso saranno forniti inoltre saggi e articoli in pdf selezionati dal docente.

Semester

Exam type
Compulsory

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)