GERMANIC PHILOLOGY

Teaching in italian
FILOLOGIA GERMANICA
Teaching
GERMANIC PHILOLOGY
Subject area
L-FIL-LET/15
Reference degree course
LANGUAGE AND LITERATURE
Course type
Bachelor's Degree
Credits
6.0
Teaching hours
Frontal Hours: 30.0
Academic year
2022/2023
Year taught
Course year
2
Language
ITALIAN
Curriculum
MODERNO

Teaching description

Teaching program is provisional and may be subject to changes

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filologica e linguistica. La conoscenza basilare, anche passiva, di almeno una lingua germanica moderna (inglese, tedesco), è ovviamente desiderabile, ma trattandosi di un insegnamento nell'ambito di un Corso di Laurea in Lettere non può essere formulata come requisito obbligatorio.

Il corso consiste di due unità:

A: Avviamento alla Filologia germanica

La parte istituzionale intende offrire una prima introduzione nella disciplina, nei suoi metodi e scopi; mira poi a delineare il profilo storico-culturale dei popoli germanici a partire dalle origini preistoriche fino all’ingresso dei Germani nella storia e si concentra, infine, sullo sviluppo delle lingue germaniche, cioè il germanico orientale, il germanico settentrionale, il germanico occidentale e l’area della seconda mutazione consonantica, facendo riferimento anche alla nascita delle letterature e alle loro tradizioni manoscritte.

 

B: Nibelungenlied (Carme dei Nibelunghi)

Il corso monografico prenderà in esame la materia nibelungica e la sua realizzazione nelle varie letterature germaniche per concentrarsi, infine, su quella in ambito tedesco. In questo caso, un autore anonimo rielabora intorno al 1200 l’antica materia in chiave cortese. La lettura del Carme dei Nibelunghi mira a sviluppare competenze sia linguistiche (lessico dell’alto tedesco medio) sia filologiche (la tradizione manoscritta del testo, il suo contesto storico culturale e la sua recezione). Tramite la lettura di brani scelti verrà illustrato il contenuto e la struttura del Carme nonché l’intenzione dell’autore che si rivolge a un pubblico cortese.

L'insegnamento consiste in lezioni frontali con supporto di Powerpoint. È auspicabile una partecipazione attiva degli studenti con domande e osservazioni pertinenti.

 

L'insegnamento di Filologia germanica si propone di fornire allo studente una conoscenza dello sviluppo storico linguistico del sistema delle lingue germaniche come supporto per l’apprendimento di una lingua germanica moderna, sia sul campo del lessico sia su quello della morfosintassi, e la conoscenza basilare del contesto storico-letterario del Medioevo europeo. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente un testo di letteratura germanica, inserendolo nel suo contesto storico-culturale e utilizzando risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici).

La didattica frontale cerca, attraverso il coinvolgimento degli studenti, di condurre alla acquisizione delle seguenti competenze trasversali:

– capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti).

– capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza).

– capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore).

– capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze).

  •  

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (30 ore). La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale.

Il criterio di valutazione privilegerà l’apprendimento sintetico dei problemi metodologici della ricostruzione linguistica e delle caratteristiche sia indoeuropee sia esclusive del protogermanico; inoltre l’apprendimento sintetico dei problemi fondamentali di un testo letterario medievale (tradizione manoscritta, tradizione letteraria, problema dell’originalità, argomenti specifici) e del suo lessico, limitato a lessemi "chiave".

Il voto tiene conto per 25/30 delle competenze acquisite e per 5/30 della chiarezza espositiva.

 

Date degli appelli:

15 settembre, 27 ottobre (appello riservato), 15 dicembre 2022. 19 gennaio, 16 febbraio, 04 aprile, 18 maggio (appello riservato), 15 giugno, 06 luglio, 14 settembre, 26 ottobre (appello riservato) 2023.

 

Commissione d’esame

La commissione d’esame è così composta: Dagmar Gottschall (presidente), Elisa Rubino (membro), Karl Gerhard Hempel (membro), Giulia A. Disanto (supplente).

La docente è a disposizione di studenti non frequentanti, fuori sede, lavoratori, stranieri, diversamente abili, studentesse madri per illustrare il programma d’esame, e, se necessario, concordare di persona un eventuale programma alternativo. La docente è altresì a loro disposizione per discutere le eventuali difficoltà che dovessero incontrare nell’ambito della preparazione dell’esame. A tal fine, nel caso di necessità, questi studenti possono contattare la docente via mail all’indirizzo

dagmar.gottschall@unisalento.it per fissare un appuntamento.

Filologia germanica

Corso di Laurea in Lettere L10

AA 2022-2023 – docente titolare: prof. Dagmar Gottschall

Primo Semestre

6 CFU

1) Presentazione e obiettivi del corso

Il corso consiste di due unità:

A: Avviamento alla Filologia germanica

La parte istituzionale intende offrire una prima introduzione nella disciplina, nei suoi metodi e scopi; mira poi a delineare il profilo storico-culturale dei popoli germanici a partire dalle origini preistoriche fino all’ingresso dei Germani nella storia e si concentra, infine, sullo sviluppo delle lingue germaniche, cioè il germanico orientale, il germanico settentrionale, il germanico occidentale e l’area della seconda mutazione consonantica, facendo riferimento anche alla nascita delle letterature e alle loro tradizioni manoscritte.

B: Nibelungenlied (Carme dei Nibelunghi)

 

Il corso monografico prenderà in esame la materia nibelungica e la sua realizzazione nelle varie letterature germaniche per concentrarsi, infine, su quella in ambito tedesco. In questo caso, un autore anonimo rielabora intorno al 1200 l’antica materia in chiave cortese. La lettura del Carme dei Nibelunghi mira a sviluppare competenze sia linguistiche (lessico dell’alto tedesco medio) sia filologiche (la tradizione manoscritta del testo, il suo contesto storico culturale e la sua recezione). Tramite la lettura di brani scelti verrà illustrato il contenuto e la struttura del Carme nonché l’intenzione dell’autore che si rivolge a un pubblico cortese.

 

L'insegnamento consiste in lezioni frontali con supporto di Powerpoint. È auspicabile una partecipazione attiva degli studenti con domande e osservazioni pertinenti.

 

Bibliografia:

 

M. V. Molinari, La Filologia germanica, 2a edizione, Zanichelli: Bologna 1987, pp. 1-76 e 118-145 (= cap. 7: Il tedesco antico).

 

I Nibelunghi, a cura di L. Mancinelli, Einaudi: Torino 2017.

Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiale didattico verranno date durante le lezioni.

Studenti non frequentanti sono invitati di prendere contatto con la docente per qualsiasi chiarimento che riguarda il programma. Come sussidio bibliografico si raccomanda

D. Bertagnolli, I Nibelunghi. La leggenda, il mito, Meltemi: Milano 2020.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

 

L'insegnamento di Filologia germanica si propone di fornire allo studente una conoscenza dello sviluppo storico linguistico del sistema delle lingue germaniche come supporto per l’apprendimento di una lingua germanica moderna, sia sul campo del lessico sia su quello della morfosintassi, e la conoscenza basilare del contesto storico-letterario del Medioevo europeo. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente un testo di letteratura germanica, inserendolo nel suo contesto storico-culturale e utilizzando risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici).

La didattica frontale cerca, attraverso il coinvolgimento degli studenti, di condurre alla acquisizione delle seguenti competenze trasversali:

– capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti).

– capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza).

– capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore).

– capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze).

 

3) Prerequisiti

 

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filologica e linguistica. La conoscenza basilare, anche passiva, di almeno una lingua germanica moderna (inglese, tedesco), è ovviamente desiderabile, ma trattandosi di un insegnamento nell'ambito di un Corso di Laurea in Lettere non può essere formulata come requisito obbligatorio.

 

 

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

 

Oltre al titolare del corso, possono essere coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

 

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (30 ore). La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata

 

6) Materiale didattico

 

Il materiale didattico è costituito dai libri consigliati; inoltre verranno messe a disposizione dispense esplicative da parte della docente. Possono essere di aiuto anche siti web indicati dalla docente.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

 

Prova orale.

 

Il criterio di valutazione privilegerà l’apprendimento sintetico dei problemi metodologici della ricostruzione linguistica e delle caratteristiche sia indoeuropee sia esclusive del protogermanico; inoltre l’apprendimento sintetico dei problemi fondamentali di un testo letterario medievale (tradizione manoscritta, tradizione letteraria, problema dell’originalità, argomenti specifici) e del suo lessico, limitato a lessemi "chiave".

 

Il voto tiene conto per 25/30 delle competenze acquisite e per 5/30 della chiarezza espositiva.

 

8) Possibilità di sostenere esami parziali

NO

 

9) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

10) Date degli appelli:

15 settembre, 27 ottobre (appello riservato), 15 dicembre 2022. 19 gennaio, 16 febbraio, 04 aprile, 18 maggio (appello riservato), 15 giugno, 06 luglio, 14 settembre, 26 ottobre (appello riservato) 2023.

 

11) Commissione d’esame

La commissione d’esame è così composta: Dagmar Gottschall (presidente), Elisa Rubino (membro), Karl Gerhard Hempel (membro), Giulia A. Disanto (supplente).

 

- M. V. Molinari, La Filologia germanica, 2a edizione,  Zanichelli: Bologna 1987, pp. 1-76 e 118-145 (= cap. 7: Il tedesco antico).

- I Nibelunghi, a cura di L. Mancinelli, Einaudi: Torino, 2017.

Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiale didattico verranno date durante le lezioni.

Studenti non frequentanti sono invitati di prendere contatto con la docente per qualsiasi chiarimento che riguarda il programma. Come sussidio bibliografico si raccomanda

D. Bertagnolli, I Nibelunghi. La leggenda, il mito, Meltemi: Milano 2020.

Semester

Exam type
Optional

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)