LEARNING ITALIAN AS SECOND LANGUAGE

Teaching in italian
PERCORSI DI ACQUISIZIONE IN ITALIANO L2
Teaching
LEARNING ITALIAN AS SECOND LANGUAGE
Subject area
L-LIN/02
Reference degree course
MODERN LANGUAGES AND TRANSLATION
Course type
Master's Degree
Credits
6.0
Teaching hours
Frontal Hours: 36.0
Academic year
2022/2023
Year taught
2022/2023
Course year
1
Language
ITALIAN
Curriculum
PERCORSO DIL2
Reference professor for teaching
PAONE Emanuela

Teaching description

Lo studente che accede a quest’insegnamento dovrebbe avere una buona conoscenza dei concetti cardine di linguistica.

Il corso mira a fornire agli studenti le conoscenze relative agli stadi d’acquisizione dell’italiano L2 e dunque allo sviluppo dell’interlingua, su molteplici livelli (fonologico e prosodico, lessicale, morfologico, sintattico e pragmatico). Attraverso l’analisi delle produzioni di apprendenti di italiano L2, gli studenti svilupperanno la capacità di osservare e interpretare le interlingue sulla base di elementi lessicali, morfosintattici e pragmatici.

L’approccio formativo induttivo e interattivo consente di acquisire le seguenti competenze:

Conoscenze e comprensione. Sviluppo delle conoscenze relative all’acquisizione dell’italiano L2, comprensione degli studi sugli stadi di acquisizione dell’italiano L2, con particolare riferimento alle competenze prosodiche, pragmatiche e interazionali.  

Capacità di applicare conoscenze e comprensione. I contenuti trattati nel corso e le esercitazioni aiuteranno gli studenti a sviluppare la capacità di osservazione e analisi dell’interlingua in italiano L2, interrogandosi sul valore funzionale delle strutture analizzate, al fine di ricostruire il sistema soggiacente.

Comunicazione: Gli studenti potenzieranno la capacità di comunicare in modo chiaro e con la terminologia della disciplina le loro osservazioni, nonché le conoscenze e la ratio ad esse sottese, in contesti in cui sono coinvolti interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendere. Attraverso attività pratiche e laboratoriali, attività di gruppo e individuali, gli studenti potenzieranno la capacità di apprendere in modo autonomo e autodiretto, anche dopo la conclusione degli studi.

Autonomia di giudizio: Alla fine del corso gli studenti avranno acquisito la consapevolezza dei processi metodologici relativi alla disciplina, la consapevolezza delle problematiche legate all’acquisizione dell’italiano L2.

Saranno inoltre potenziate le seguenti competenze trasversali:

– capacità di risolvere problemi (applicare in una situazione reale quanto appreso)

– capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti)

– capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza)

– capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore)

– capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze)

– capacità di lavorare in gruppo (sapersi coordinare con altri integrandone e competenze)

–  capacità di sviluppare idee, progettarne e organizzarne la realizzazione).

Le modalità didattiche utilizzate nel corso saranno:

  • lettura e discussione in classe di testi e materiali elaborati dall’insegnante;
  • proiezione di slide e di video su contenuti didattici;
  • lettura/ascolto e discussione in classe di produzioni orali e scritte di apprendenti di italiano L2
  • esercitazioni e lavori di gruppo sull’analisi delle interlingue di apprendenti di italiano L2;
  • questionari e moduli online
  • didattica frontale.

Il corso si svolge attraverso la modalità formativa di tipo induttivo e interattivo, stimolando gli studenti alla partecipazione attiva, alla riflessione e al confronto, mediante l’uso di piattaforme e-learning e altre tecnologie digitali che favoriscono il lavoro di gruppo e la co-costruzione di saperi. La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

  • -Conoscenza dei percorsi e delle strategie di acquisizione in italiano L2
  • Conoscenza approfondita di alcuni temi a scelta;
  • Capacità di analizzare l’interlingua a partire da un testo prodotto da un apprendente di italiano L2;
  • Capacità espressive in lingua italiana.

Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alle capacità espressive e alla capacità di argomentare le proprie tesi in modo coerente e coeso, ricorrendo ove necessario, alla terminologia della disciplina.

 

Appelli a.a. 2022/2023

 

- 20/01/2023

- 06/02/2023

- 03/04/2023

- 15/05/2023

- 23/06/2023

- 10/07/2023

- 11/09/2023

- 23/10/2023

 

 

Le date degli appelli saranno disponibili su Esse3 e sulla bacheca on-line del docente.

Gli studenti devono prenotarsi all'esame utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Il programma dettagliato d’esame sarà pubblicato alla fine del corso.

E-mail: emanuela.paone@unisalento.it

PARTE 1 – PERCORSI DI ACQUISIZIONE IN ITALIANO L2

  1. Varietà dei contesti di apprendimento dell’italiano L2
  2. Stadi di acquisizione dell’italiano L2; livelli di analisi dell’interlingua: fonologia, lessico, morfologia, sintassi, pragmatica;
  3. Focus su aspetti pragmatici e testuali: organizzazione del discorso (sviluppo di ordini marcati in italiano L2, uso di segnali discorsivi a diversi livelli di competenza)
  4. Focus su aspetti prosodici del parlato in italiano L2

 

PARTE 2: LABORATORIO: OSSERVARE L’INTERLINGUA

  1. Analisi di testi orali e scritti prodotti da apprendenti di italiano L2

 

Andorno, C. 2006. “La lingua degli apprendenti dal punto di vista delle varietà di apprendimento”. In F.Bosc, C. Marello, S. Mosca (a cura di), Saperi per insegnare. Formare insegnanti di italiano a stranieri. Un'esperienza di collaborazione fra università e scuola, Torino, Loescher.

 

Andorno, C. 2007. “Saper ‘leggere’ le varietà di apprendimento: competenze linguistiche per gli insegnanti di italiano”, in E. Pistolesi (a cura di), Lingua, scuola e società. I nuovi bisogni comunicativi nelle classi multiculturali, pp. 125-34

Andorno, C. 2009. "Grammatica e acquisizione della L2" in Italiano LinguaDue,1/2009.

 

Andorno, C.  2012. “Varietà di esiti dell'apprendimento dell'italiano nella varietà dei contesti di apprendimento: possibilità e limiti dell'acquisizione naturale”. In R. Grassi (a cura di), Nuovi contesti d'acquisizione e insegnamento: l'italiano nelle realtà pulrilingui, Perugia, Guerra, pp.157-173

C. Andorno, Cattana A. 2004. Linguistica acquisizionale Modulo 6, fino al par. 6.5.4 (compreso) http://reteintegrazione.xoom.it/in_rete02/I%20materiali/mod_6_linguistica_acquisizionale.pdf

 

Chini M.  (a cura di), 2015. Il parlato in (italiano) L2. Aspetti pragmatici e prosodici, Milano Franco Angeli.

Costamagna, L. (2010), “L’apprendimento della fonologia dell’italiano da parte di studenti sinofoni: criticità e strategie”. In Bonvino, E. & Rastelli, S. (a cura di), La didattica dell’italiano a studenti cinesi e il progetto Marco Polo. Atti del XV seminario AICLU, Roma, 19 febbraio 2010, Pavia: Pavia University Press, pp. 49-65.

 

Ferrari, S., Nuzzo, E. 2011. “Un’osservazione longitudinale sul rapporto tra pragmatica morfosintassi nell’acquisizione dell’italiano L2”. In A. Valentini, R. Bozzone Costa & L. Fumagalli (a cura di), Apprendere l’italiano da lingue lontane: prospettiva linguistica, pragmatica, educativa (pp. 159-172). Perugia, Guerra.

 

Giacalone Ramat A.  (a cura di) 2003. Verso l’italiano. Percorsi e strategie di acquisizione. Roma, Carocci.

 

Jafrancesco E. 2015. L’acquisizione dei segnali discorsivi in italiano L2. https://riviste.unimi.it/index.php/promoitals/article/view/5010

 

Nicora- Incalcaterra Mcloughlin -Gili Fivela. 2019. “La resistenza dei tratti intonativi nell’acquisizione dell’italiano lingua straniera da parte di parlanti anglo-celti”. All’interno del volume: http://www.aitla.it/images/pdf/eBook-AItLA-9.pdf

 

Nuzzo, E., 2007. Imparare a fare cose con le parole. Richieste, proteste, scuse in italiano lingua seconda, Guerra Edizioni, Perugia 2007.

 

Paone, E. 2020. “Sull’adeguatezza prosodica nelle proteste in italiano L2: uno studio percettivo”, in De Meo, A, Dovetto, F (a cura di), La comunicazione parlata/Spoken communication. Atti del Convegno GSCP 2018 (Napoli, dicembre 2018), Roma: Aracne.

 

Spinelli B., Parizzi F. (a cura di), 2010. Profilo della lingua italiana. Livelli di riferimento del QCER A1, A2, B1, B2, Firenze, La Nuova Italia.

 

I testi indicati sono riferimenti bibliografici per il corso e non sono il programma d’esame che verrà reso noto successivamente.

Semester
Second Semester (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Exam type
Optional

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)