GERMANIC PHILOLOGY

Teaching in italian
FILOLOGIA GERMANICA
Teaching
GERMANIC PHILOLOGY
Subject area
L-FIL-LET/15
Reference degree course
MODERN LITERATURE
Course type
Master's Degree
Credits
12.0
Teaching hours
Frontal Hours: 60.0
Academic year
2022/2023
Year taught
2022/2023
Course year
1
Language
ITALIAN
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Reference professor for teaching
GOTTSCHALL Dagmar

Teaching description

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere la conoscenza generale della terminologia filologica e linguistica e della critica del testo. La conoscenza basilare, anche passiva, di almeno una lingua germanica moderna (inglese, tedesco), è di grande vantaggio, e è molto opportuna anche una conoscenza basilare del latino.

I primi documenti letterari in lingua tedesca. Avviamento alla lingua e cultura del regno Carolingio

 

Il corso è costituito da due unità. A. Una prima parte mira a approfondire lo sviluppo storico e la struttura grammaticale dell’antico tedesco, basandosi sui fondamenti appresi nell’insegnamento di Filologia germanica per la Laurea triennale. B. In una seconda parte si applicanno le conoscenze linguistiche ai testi scelti in alto tedesco antico, sempre con aiuto di una traduzione italiana, se non si tratta, come spesso, di un testo antico tedesco tradotto dal latino. Contemporaneamente verranno esposte le particolarietà della tradizione manoscritta, del contesto storico nonché della interpretazione e analisi stilistica dei testi in questione.

Il corso avrà carattere seminariale: gli studenti aprofondiranno in modo autonomo argomenti specifici e presenteranno i risultati in classe.

L'insegnamento di Filologia germanica si propone di fornire allo studente una conoscenza dei più importanti strumenti bibliografici della disciplina nonché dei problemi e questioni della ricerca attuale a proposito degli argomenti trattati. Mira inoltre a sviluppare l'abilità di muoversi in modo sempre più autonomo all’interno della problematica critico-testuale e interpretativa di un testo dell'ambito medievale germanico.

 

La didattica di tipo seminariale permette di acquisire alcune competenze trasversali come:

 

- capacità di risolvere problemi (applicare in una situazione reale quanto appreso).

- capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti).

 

- capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza).

 

- capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore e al pubblico)

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (45 ore ca.) e lavoro seminariale (15 ore ca.). Quest' ultimo richiede la partecipazione attiva degli studenti. I partecipanti approfondiranno autonomamente o in gruppo aspetti particolari della tematica dell'insegnamento sotto la guida della docente e presenteranno i risultati in classe, discutendoli con i colleghi e la docente.

 

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata. Inoltre, i partecipanti sono tenuti a informarsi, in modo generale, sull'argomento del corso prima che inizi l'insegnamento.

Saranno valutati i lavori seminariali svolti in classe con i criteri seguenti:

 

- coerenza e strutturazione logica dei contenuti

- capacità espositiva e proprietà del linguaggio

- padronanza di strumenti di supporto (Powerpoint, Handout etc.)

- conoscenza della critica e capacità di illustrare l'argomentazione della ricerca

- rispetto dei tempi stabiliti per la presentazione

 

Chi per qualche motivo non sarà in grado di partecipare regolarmente alle lezioni dovrà discutere in un colloquio orale in sede di esame i contenuti della bibliografia indicata.

 

Il voto tiene conto per 25/30 delle competenze acquisite e per 5/30 della chiarezza espositiva.

 

 

Date degli appelli:

15 settembre, 27 ottobre (appello riservato), 15 dicembre 2022. 19 gennaio, 16 febbraio, 04 aprile, 18 maggio (appello riservato), 15 giugno, 06 luglio, 14 settembre, 26 ottobre (appello riservato) 2023.

 

Commissione d'esame

La commissione d'esame è così composta: Dagmar Gottschall (presidente), Elisa Rubino (membro), Karl Gerhard Hempel (membro), Giulia A. Disanto (supplente).

La docente è a disposizione di studenti non frequentanti, fuori sede, lavoratori, stranieri, diversamente abili, studentesse madri per illustrare il programma d’esame, e, se necessario, concordare di persona un eventuale programma alternativo. La docente è altresì a loro disposizione per discutere le eventuali difficoltà che dovessero incontrare nell’ambito della preparazione dell’esame. A tal fine, nel caso di necessità, questi studenti possono contattare la docente via mail all’indirizzo

dagmar.gottschall@unisalento.it per fissare un appuntamento.

Filologia germanica

 

Corso di Laurea in Lettere (Moderne LM14)

 

AA 2022-2023 – docente titolare: prof. Dagmar Gottschall

 

Semestre II

 

Crediti 12

 

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

 

I primi documenti letterari in lingua tedesca. Avviamento alla lingua e cultura del regno Carolingio

 

Il corso è costituito da due unità. A. Una prima parte mira a approfondire lo sviluppo storico e la struttura grammaticale dell’antico tedesco, basandosi sui fondamenti appresi nell’insegnamento di Filologia germanica per la Laurea triennale. B. In una seconda parte si applicanno le conoscenze linguistiche ai testi scelti in alto tedesco antico, sempre con aiuto di una traduzione italiana, se non si tratta, come spesso, di un testo antico tedesco tradotto dal latino. Contemporaneamente verranno esposte le particolarietà della tradizione manoscritta, del contesto storico nonché della interpretazione e analisi stilistica dei testi in questione.

Il corso avrà carattere seminariale: gli studenti aprofondiranno in modo autonomo argomenti specifici e presenteranno i risultati in classe. 

 

 

Bibliografia:

 

- A. Scaffidi Abbate, Introduzione allo studio dell’antico tedesco e dei suoi documenti letterari, Roma 1989, pp. 133-334 (in fotocopia, poiché non più in commercio).

 

- A. M. Luiselli Fadda, Tradizioni manoscritte e critica del testo nel Medioevo germanico, Laterza: Roma-Bari 2007, pp. 59-83 e 113-179.

 

- C. Händl, La letteratura tedesca degli inizi, Edizioni dell’Orso: Alessandria 2021.

 

Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno date durante il corso. Fotocopie saranno messe a disposizione degli studenti.

 

Studenti non frequentanti leggono, al posto di Scaffidi Abbate, la parte III del volume di A. M. Luiselli Fadda, cioè le pagine 185-248. Inoltre sono invitati di prendere contatto con la docente per qualsiasi chiarimento che riguarda il programma.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

 

L'insegnamento di Filologia germanica si propone di fornire allo studente una conoscenza dei più importanti strumenti bibliografici della disciplina nonché dei problemi e questioni della ricerca attuale a proposito degli argomenti trattati. Mira inoltre a sviluppare l'abilità di muoversi in modo sempre più autonomo all’interno della problematica critico-testuale e interpretativa di un testo dell'ambito medievale germanico.

La didattica di tipo seminariale permette di acquisire alcune competenze trasversali come:

 

- capacità di risolvere problemi (applicare in una situazione reale quanto appreso).

 

- capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti).

 

- capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza).

 

- capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore e al pubblico).

 

3) Prerequisiti

 

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere la conoscenza generale della terminologia filologica e linguistica e della critica del testo. La conoscenza basilare, anche passiva, di almeno una lingua germanica moderna (inglese, tedesco), è di grande vantaggio, e è molto opportuna anche una conoscenza basilare del latino.

 

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

 

Oltre al titolare del corso, possono essere coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

 

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (45 ore ca.) e lavoro seminariale (15 ore ca.). Quest' ultimo richiede la partecipazione attiva degli studenti. I partecipanti approfondiranno autonomamente o in gruppo aspetti particolari della tematica dell'insegnamento sotto la guida della docente e presenteranno i risultati in classe, discutendoli con i colleghi e la docente.

 

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata. Inoltre, i partecipanti sono tenuti a informarsi, in modo generale, sull'argomento del corso prima che inizi l'insegnamento.

 

6) Materiale didattico

 

Il materiale didattico è costituito dai libri consigliati, inoltre verranno messe a disposizione dispense esplicative da parte della docente. Possono essere di aiuto anche siti web indicati dalla docente, nel caso specifico www.e-codices.unifr.ch/it (Biblioteca virtuale dei manoscritti conservati in Svizzera) e www.handschriftencensus.de (Eine Bestandsaufnahme der handschriftlichen Überlieferung deutschsprachiger Texte des Mittelalters).

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

 

Saranno valutati i lavori seminariali svolti in classe con i criteri seguenti:

 

- coerenza e strutturazione logica dei contenuti

 

- capacità espositiva e proprietà del linguaggio

 

- padronanza di strumenti di supporto (Powerpoint, Handout etc.)

 

- conoscenza della critica e capacità di illustrare l'argomentazione della ricerca

 

- rispetto dei tempi stabiliti per la presentazione

 

Chi per qualche motivo non sarà in grado di partecipare regolarmente alle lezioni dovrà discutere in un colloquio orale in sede di esame i contenuti della bibliografia sopra indicata.

 

8) Possibilità di sostenere esami parziali

 

No

 

9) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

10) Date degli appelli:

15 settembre, 27 ottobre (appello riservato), 15 dicembre 2022. 19 gennaio, 16 febbraio, 04 aprile, 18 maggio (appello riservato), 15 giugno, 06 luglio, 14 settembre, 26 ottobre (appello riservato) 2023.

 

11) Commissione d'esame

 

La commissione d'esame è così composta: Dagmar Gottschall (presidente), Elisa Rubino (membro), Karl Gerhard Hempel (membro), Giulia A. Disanto (supplente).

 

- A. Scaffidi Abbate, Introduzione allo studio dell’antico tedesco e dei suoi documenti letterari, Roma 1989, pp. 133-334 (in fotocopia, poiché non più in commercio).

 

- A. M. Luiselli Fadda, Tradizioni manoscritte e critica del testo nel Medioevo germanico, Laterza: Roma-Bari, 2007, pp. 59-83 e 113-179.

 

- C. Händl, La letteratura tedesca degli inizi, Edizioni dell’Orso: Alessandria 2021.

 

Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno date durante il corso. Fotocopie saranno messe a disposizione degli studenti.

Semester
Second Semester (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Exam type
Optional

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)