WATER TREATMENT FACILITIES

Teaching in italian
OPERE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE
Teaching
WATER TREATMENT FACILITIES
Subject area
ICAR/02
Reference degree course
CIVIL ENGINEERING
Course type
Master's Degree
Credits
9.0
Teaching hours
Frontal Hours: 81.0
Academic year
2022/2023
Year taught
Course year
2
Language
ITALIAN
Curriculum
CURRICULUM IDRAULICA E AMBIENTE

Teaching description

Teaching program is provisional and may be subject to changes

 

gli studenti devono avere conoscenze approfondite nell'ambito delle costruzioni idrauliche e, nello specifico, nell'ambito della progettazione di acquedotti, reti idriche e fognature.

Il corso è incentrato sulla descrizione e nel dimensionamento dei trattamenti chimici, fisici e biologici presenti negli impianti di depurazione e di potabilizzazione. In paricolare, al termine del corso verranno anche trattate le linee di trattamento che permettono un riutilizzo degli effluenti degli impianti di depurazione per usi civili, agricoli e industriali.

Gli studenti avranno i fondamenti necessari a comprendere e descrivere i trattamenti delle acque generalmente adottati negli impianti di potabilizzazione e di depurazione. Inoltre, conosceremo i metodi, le strumentazioni ed i criteri necessari per condurre attività di monitoraggio e di caratterizzazione delle acque.

Gli studenti sapranno identificare e comprendere un problema specifico riguardante la qualità o il trattamento delle acque, sapranno definirne con chiarezza gli aspetti fondamentali ed esaminare in modo critico i possibili metodi consolidati per affrontarlo e risolverlo. Sapranno inoltre valutare gli aspetti sociali ambientali ed economici di una soluzione rispetto ad altre e comprendere i limiti di applicabilità delle tecniche e dei metodi ingegneristici

Eventuali ulteriori risultati di apprendimento attesi, relativamente a:

 

  • Autonomia di giudizio: Tale insegnamento consente di sviluppare nello studente la capacità di raccogliere e interpretare i dati rilevanti per il dimensionamento preliminare di impianti di trattamento delle acque. Considerati gli argomenti trattati, tali dati possono tornare utili per la determinazione di giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi.

 

  • Abilità comunicative: gli allievi saranno dotati della capacità di descrivere adeguatamente le problematiche riguardanti il campo del trattamento delle acque sia a colleghi e tecnici di altre estrazioni sia alle comunità. Parimenti, sapranno esporre adeguatamente la soluzione a tali un problematiche

 

  • Capacità di apprendimento: la preparazione acquisita rende lo studente capace di affrontare più facilmente gli studi di discipline affini quali, ad esempio, la bonifica di siti contaminati o il trattamento dei rifiuti solidi che saranno certamente oggetto di studio in un corso di LM di Ingegneria Ambientale. Saranno anche in grado di   aggiornare continuamente ed in autonomia la propria preparazione culturale e professionale

Le lezioni verrano svolte con il supporto della proiezione di slide, che verranno condivise sul canale MS Teams dell'insegnamento, e con esercizi numerici svolti durante le lezioni.

La modalità di verifica dell’apprendimento consiste in una prova orale della durata di circa 30 minuti.

La prova consiste in un colloquio costituito da una discussione sui contenuti teorici e metodologici del programma (primo indicatore di Dublino) e da una semplice applicazione numerica (secondo e terzo indicatore di Dublino). Il colloquio è finalizzato ad accertare non solo il livello e la qualità di conoscenza e comprensione acquisita, ma anche la qualità di esposizione con terminologia appropriata e l’organizzazione autonoma dell'esposizione (quarto indicatore di Dublino).

Il risultato della valutazione è espresso da una valutazione in trentesimi; il voto minimo per il superamento dell’esame è 18/30, per un livello e qualità sufficienti di conoscenza dei requisiti minimi di seguito illustrati. Gli studenti che raggiungano il voto massimo di 30/30 e che dimostrino un livello e qualità eccellenti insieme con capacità di applicare autonomamente conoscenze e competenze acquisite anche in contesti diversi da quelli proposti a lezione (quinto indicatore di Dublino) saranno meritevoli di lode.

Requisiti minimi per il superamento dell’esame sono la conoscenza dei parametri necessari per la caratterizzazione di acque ad uso potabile e acque reflue e la conoscenza e la padronanza dei trattamenti illustrati durante il corso.

1) Introduzione al corso: ruolo dell’Ingegneria sanitaria ambientale e casi di studio 

2) Definizioni e metodologie di analisi dei principali parametri che caratterizzano acque o liquami )

3) Dotazione e consumi idrici, fonti di approvvigionamento e caratteristiche delle acque ad uso potabile 

4) Normativa in materia di acque potabili 

5) Trattamenti per la rimozione dei principali inquinanti presenti nelle acque ad uso potabile 

6) Tipologia di acque reflue, portata, concentrazione e carico degli inquinanti negli scarichi 

7) Normativa vigente in materia di acque reflue (scarico, riuso diretto)

8) Trattamenti preliminari e primari 

9) Principi della depurazione biologica: dimensionamento con fattore di carico e con cinetiche enzimatiche

10) Disinfezione ed altri trattamenti di affinamento 

11) Trattamento dei fanghi 

12) Smaltimento/riutilizzo dei residui della linea acqua e fanghi

Collivignarelli C., Bertanza G., (2012). Ingegneria Sanitaria e Ambientale. CittàStudiEdizioni. ISBN: 9788825173710

Bonomo L. (2008). Trattamenti delle acque reflue. McGraw-Hill. ISBN:88386651894.

Semester

Exam type
Compulsory

Type of assessment
Oral - Final grade

Course timetable
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Download teaching card (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)